Cronaca

Fermato il presunto assassino di Yara: è Massimo Bossetti

L'uomo è un muratore incensurato di 44 anni, padre di tre figli, originario di Clusone ma residente a Mapello. Alfano: "Ringraziamo tutti per il massimo impegno"

Massimo Giuseppe Bossetti, presunto assassino di Yara Gambarisio

Le forze dell'ordine hanno fermato il presunto assassino di Yara Gambirasio, la ragazza di 13enne uccisa il 26 novembre 2010 a Brembate di Sopra, nel bergamasco.

FOTO: YARA, FERMATO
IL PRESUNTO ASSASSINO

Si chiama Massimo Giuseppe Bossetti, è un muratore incensurato di Clusone, 44 anni d'età e padre di tre figli, residente a Mapello. A incastrarlo l'alta sovrapponibilità del suo Dna con quello di "Ignoto 1", rilevato sugli indumenti intimi della vittima.

A lui si è arrivati dopo aver individuato la madre, che avrebbe perciò avuto una relazione con l’autista Giuseppe Guerinoni, morto nel ’99 a 61 anni, il cui 'campione genetico' era stato prelevato dopo la riesumazione.

A dare la notizia del fermo è stato lo stesso Ministro dell'Interno, Angelino Alfano: "Ringraziamo tutti, ognuno nel proprio ruolo, per l'impegno massimo, l'alta professionalità e la passione investiti nella difficile ricerca di questo efferato assassino che, finalmente, non è più senza volto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato il presunto assassino di Yara: è Massimo Bossetti

BresciaToday è in caricamento