Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Bambini spinti a terra e maltrattati: le tre maestre vanno in aula

Una lunga inchiesta, e le immagini delle videocamere a immortalare i comportamenti violenti: tre educatrici finiscono davanti al Gup

Un frame del video dei maltrattamenti © Bresciatoday.it

Maltrattamenti aggravati, linguaggio inappropriato ed ingiurioso, talvolta minaccioso. A distanza di un anno esatto dallo scalpore provocato dalla diffusione della notizia, le tre educatrici accusate finiscono davanti al giudice per le indagini preliminari. La notizia, che riguarda una scuola dell'infanzia della Franciacorta, è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi

L'udienza preliminare è fissata per il 9 luglio. Davanti al giudice finiranno L.L., milanese, 30 anni, residente nel Bresciano, F.L., sua coetanea, originaria della Valle Camonica, e E.F., cittadina classe 1994. In totale le parti offese sono 30. Gli episodi contestati vanno dal settembre 2017 al 12 giugno 2019. L'installazione delle videocamere nella scuola risale alla seconda metà del 2018: a far partire l'indagine i genitori di un bambino, preoccupati del suo cambio di umore al momento di andare all'asilo, e la testimonianza di un'ex collaboratrice. 

Davvero doloroso leggere le frasi (sono riportate da Bresciaoggi) con le quali tre maestre si sarebbero rivolte a bambini di età compresa tra i pochi mesi e i tre anni: «Sei uno schifoso», «sto parlando con te, capra», «sei un cagacazzo», «guai se piangi, te lo do io il motivo per farlo», e persino: «ti strangolo». Da qui il provvedimento di custodia cautelare per le tre educatrici, con l'accusa di maltrattamenti in concorso aggravati. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambini spinti a terra e maltrattati: le tre maestre vanno in aula

BresciaToday è in caricamento