rotate-mobile
Cronaca Artogne

Carabinieri e pompieri sfondano la porta: lui arraffa soldi e droga e si nasconde nella doccia

L'uomo è finito in manette insieme a un 19enne

Sostavano fuori dal portone di un'abitazione e alla vista dei carabinieri hanno frettolosamente gettato un involucro - poi risultato contenere 200 grammi di cocaina e 100 di hashish - all'interno di un portaombrelli per poi darsela a gambe lungo le vie del centro di Artogne. Una fuga durata pochi metri per uno dei due giovani: è stato raggiunto e fermato dai militari. Sono ancora in corso accertamenti per identificare l'altro ragazzo, che si è invece dileguato.

Dopo aver fermato il 19enne, i carabinieri hanno deciso di perquisire l'abitazione davanti alla quale era stato visto gettare la droga. Nonostante ci fossero delle persone all’interno, nessuno avrebbe aperto il portone ai militari. Per fare irruzione nella casa si è quindi reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco.

Nel frattempo il 48enne che risiede nella casa avrebbe arraffato soldi e droga per nascondersi all'interno della doccia e tentare così di sfuggire al blitz. Non gli è andata bene ovviamente: durante la perquisizione è stato trovato in possesso di un bilancino di precisione, 150 grammi di marijuana, e circa 3.000 euro in banconote di vario taglio, ritenuti provento dell’attività illecita di spaccio. Anche lui è stato arrestato.

Entrambi gli arresti sono stati convalidati nella giornata di venerdì 30 dicembre: al 19enne è stata applicata la misura cautelare dei domiciliari, mentre al 48enne l’obbligo di dimora con divieto di allontanamento dall’abitazione in orario notturno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carabinieri e pompieri sfondano la porta: lui arraffa soldi e droga e si nasconde nella doccia

BresciaToday è in caricamento