rotate-mobile
Cronaca Artogne

Ricercato per truffa, fermato dai carabinieri durante una trasferta: "Sono qui per lavoro"

In manette un 38enne autore di numerose truffe ai danni degli anziani.

Ricercato nel Veronese per truffa continuata, si è imbattuto in un controllo dei carabinieri di Artogne. Ai militari che lo hanno fermato, nel pomeriggio di giovedì 9 febbraio, avrebbe detto di trovarsi in Valcamonica per motivi di lavoro. Una giustificazione che non è servita ad evitare che scattassero prima le manette e poi i domiciliari: il 38enne era infatti destinatario di un provvedimento di arresto, emesso dal gip del tribunale di Verona,  per il reato di truffa continuata.

Al 38enne, residente a Montichiari, vengono contestate in via provvisoria delle truffe ai danni di anziani (quasi tutti ultraottantenni) consumate tra la fine del 2021 e il 2022 nella provincia di Verona. Stando a quanto ricostruito, il 38enne si presentava a casa delle vittime fingendosi un incaricato di una ditta specializzata nell’installazione di rilevatori per le fughe di gas. Poi proponeva l’acquisito di un apparecchio, per poche decine di euro. E quando gli anziani consegnavano le tessere bancomat per effettuare il pagamento, scattava il raggiro. Le cifre digitate erano infatti notevolmente superiori a quanto pattuito ed ammontavano a diverse centinaia di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricercato per truffa, fermato dai carabinieri durante una trasferta: "Sono qui per lavoro"

BresciaToday è in caricamento