rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Blitz antidroga, 20 arresti: tra loro ci sono anche tre pusher del Bresciano

In manette anche tre spacciatori che rifornivano le piazze di Brescia, Gussago e Urago d'Oglio

Ci sono anche tre bresciani tra i 24 indagati – di cui 20 agli arresti, 15 in carcere – intercettati dalla Squadra mobile della Polizia di Stato di Milano nell'ambito nella maxi-inchiesta antidroga coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia e dalla Procura di Brescia. Anche i tre bresciani sono stati arrestati: a quanto pare sarebbero stati assai radicati nel sodalizio criminale, che li riforniva di sostanza stupefacente (in questo caso cocaina) per lo spaccio nelle zone assegnate.

In manette dunque anche due cittadini albanesi, la 32enne Destina Vllamasi (residente in città) e il 38enne Elion Bejo, invece di casa a Gussago: entrambi sono finiti in carcere. E' invece ai domiciliari la 48enne Federica Berretta, originaria della Bergamasca ma da tempo residente a Urago d'Oglio.

Secondo gli inquirenti, avrebbero ricevuto a più riprese ingenti quantitativi di cocaina, in “blocchi” da 50 a 100 grammi, venduti all'ingrosso tra 2.500 e 4.500 euro ma che invece al dettaglio avrebbero potuto fruttare dai 5 ai 10mila euro alla volta. E se Vllamasi e Bejo si sarebbero approvvigionati sempre raggiungendo i fornitori, in alcune occasioni a Berretta la droga sarebbe stata consegnata direttamente a casa.

La maxi-operazione antidroga

L'operazione nel suo complesso, dicevamo, è stata coordinata dalla Dda della Procura di Brescia: 24 indagati di cui 20 arrestati, di nazionalità italiana ed albanese, accusati di essere collegati a un'associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti, aggravata dal metodo mafioso e dall'uso delle armi. L'inchiesta è stata condotta dai poliziotti della Sezione antidroga della Squadra mobile di Milano. E' iniziata nel settembre di tre anni fa, quando seguendo un possibile canale di fornitura di droga della piazza dello spaccio di Pioltello, gli agenti sono risaliti a una serie di persone residenti nella Bassa Bergamasca.

Da qui sono scattate le indagini più approfondite, che hanno permesso di ricostruire una “rete” di spaccio radicata in diversi territori della penisola, con consegne di eroina e cocaina anche ad altri gruppi criminali attivi nel Nord e nel Centro Italia. Nel corso delle indagini, la Polizia di Stato ha eseguito 15 arresti in flagranza e sequestrato almeno 14 chili di eroina e circa un chilo e mezzo di cocaina, due pistole semiautomatiche e quasi 100mila euro in contanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz antidroga, 20 arresti: tra loro ci sono anche tre pusher del Bresciano

BresciaToday è in caricamento