Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Truffa allo Stato da 1,2 milioni di euro, arrestate due imprenditrici bresciane

Soldi 'imboscati' per corsi di formazione professionale mai realizzati

Le imprenditrici bresciane (entrambe 45enni) V. G. e S. M. sono finite agli arresti domiciliari con l'accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato.

Stando a quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza, le due donne sarebbero le amministratrici di tre società (assieme a una terza persona) che avrebbero incassato dall'Inps un milione e 200mila euro tra il 2013 e il 2017, per la realizzazione di corsi di formazione professionale permanente, che, però, non sarebbero mai stati attuati.

La truffa sarebbe stata effettuata in modo abbastanza grossolano: le società si sarebbero limitate ad indicare i nomi dei partecipanti e ad attribuire falsi attestati di corsi mai realizzati o con durata irrisoria rispetto alle ore stabilite. Le Fiamme Gialle avrebbero inoltre accertato la falsificazione delle firme dei partecipanti. 

Ad incastrare le due imprenditrici ci sarebbero anche dalle testimonianze di alcuni docenti, che avrebbero dichiarato di non aver mai partecipato ai corsi. Inoltre, uno dei professori indicati pare fosse in ospedale durante il presunto orario delle lezioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa allo Stato da 1,2 milioni di euro, arrestate due imprenditrici bresciane

BresciaToday è in caricamento