Cronaca

Operazione Piazza Pulita: coca bresciana per i giovani di Arezzo

Le indagini toscane che hanno condotto all'operazione duravano da circa un anno, durante il quale sono stati compiuti sequestri di alcuni etti di cocaina ed eroina e di una decina di migliaia di euro provento di spaccio

Era destinata soprattutto a studenti la droga che veniva portata ad Arezzo dall'organizzazione stroncata con l'operazione "Piazza pulita", che ha portato stamani a diversi arresti di cittadini marocchini e tunisini da parte dei carabinieri: 120 i giovani, di ogni ceto sociale, sono segnalati quali assuntori ed hanno comunque, in qualche caso, collaborato con i carabinieri.

Oltre a 12 ordinanze di custodia in carcere, firmate dal gip di Arezzo nell'inchiesta coordinata dal pm Marco Dioni, nel corso dell'operazione sono stati compiuti altri due arresti.

La cocaina arrivava da Brescia mentre l'eroina era di provenienza campana, da Casal di Principe (Caserta) e da Napoli.

La droga sarebbe poi stata tagliata con sostanze non di buona qualità ed i militari stanno anche indagando per verificare se ci siano eventuali collegamenti con alcuni casi di overdose, tra cui uno mortale, durante l'estate scorsa ad Arezzo.


Nel corso delle attività, andate avanti con pedinamenti e intercettazioni ambientali, sono stati recuperati 300 grammi di eroina e 120 di cocaina nonché diecimila euro provento di spaccio. Le zone "servite" dagli spacciatori erano quelle del centro cittadino e del quartiere Saione dove da tempo gli abitanti segnalano pesanti disagi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Piazza Pulita: coca bresciana per i giovani di Arezzo

BresciaToday è in caricamento