Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

In autobus con lo zaino pieno droga: ingoia diversi ovuli, poi calci e pugni ai poliziotti

In manette un 28enne nigeriano di casa a Brescia: aveva ingoiato ovuli di eroina del valore di 1500 euro

Viaggiava in autobus da Roma diretto a Bergamo, ma lungo la A1 è stato sorpreso dalla Polizia Stradale di Arezzo che durante un controllo ha scoperto la presenza di stupefacenti. Un 28enne nigeriano residente a Brescia è stato arrestato in autostrada nella tarda mattinata di sabato scorso.

Quando il pullman è arrivato in Toscana, nel tratto aretino dell'autostrada, ha dovuto fare i conti con il dispositivo a reticolo, attuato da tre pattuglie della Sottosezione di Battifolle, che lo hanno agganciato e fermato vicino Valdichiana. A bordo c’erano circa 30 persone. Durante gli accertamenti i poliziotti hanno notato che il giovane aveva portato la mano alla bocca, come per ingoiare qualcosa. Così hanno deciso di approfondire e hanno scoperto che nello zaino del 28enne c’erano quasi 10 grammi di mannitolo, sostanza usata per tagliare l’eroina. Il ragazzo aveva precedenti per spaccio di droga.

A quel punto gli investigatori, autorizzati dalla Procura di Arezzo, hanno condotto il 28enne all’ospedale di San Donato, dove dalle radiografie che gli sono state fatte è emerso che aveva più ovuli nell’intestino. Vistosi scoperto, il giovane ha dato in escandescenze: ha preso a pugni e calci i poliziotti che lo hanno immobilizzato e arrestato non solo per resistenza e lesioni, ma anche per spaccio di stupefacenti.

In tutti gli ovuli contenevano 16 grammi di eroina che, piazzati sul mercato, gli avrebbero potuto fruttare oltre 1.500 euro. La Polstrada ha sequestrato la droga, lo zaino e due telefoni in possesso al nigeriano. E proprio dai dati nascosti all'interno di quei telefoni proseguono le indagini della Polstrada di Arezzo. 

Fonte: Arezzonotizie.it
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In autobus con lo zaino pieno droga: ingoia diversi ovuli, poi calci e pugni ai poliziotti

BresciaToday è in caricamento