rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Incastrato nell'ascensore, operaio muore schiacciato a soli 36 anni

Subito è stato lanciato l'allarme, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare

Ancora un dramma sul lavoro, un altro operaio ha perso la vita. È accaduto martedì sera alle 21.30, alla casa di cura di Eremo ad Arco, in provincia di Trento, sul lago di Garda. Sulla ricostruzione dell’esatta dinamica stanno ancora lavorando le forze dell’ordine.

L’uomo, 36 anni e di origini rumene, è morto mentre stava effettuando lavori di manutenzione nel vano ascensore della casa di cura. L'ipotesi al vaglio degli inquirenti è possa essere rimasto schiacciato mentre sostituiva l'impianto. Il 36enne era sul posto con altri operai di una ditta specializzata. Immediatamente è stato lanciato l’allarme: per i soccorsi sono giunti i sanitari del 118, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. A far luce sulla vicenda la Polizia di Riva del Garda e l'Uopsal, Unità operativa prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incastrato nell'ascensore, operaio muore schiacciato a soli 36 anni

BresciaToday è in caricamento