Cronaca

Incubo in strada: donna aggredita e palpeggiata mentre passeggia

Identificato, grazie alle telecamere, e poi fermato il molestatore: è accusato di violenza sessuale

Lago di Garda. La stazione dei Carabinieri di Arco, ha arrestato un trentino responsabile di violenza sessuale nei confronti di una donna. Il fatti risalgono allo scorso 9 settembre.

La donna stava passeggiando nel centro del comune dell'Alto Garda, quando uno conosciuto le si è avvicinato, facendole pesanti e non gradite avances. Insistente e molesto: quando lei ha tentato di allontanarsi, lui l'avrebbe afferrata per un braccio, bloccandola e toccandole il seno.

A quel punto alla donna non è rimasto altro da fare: ha urlato a squarciagola. Proprio le sue grida hanno attirato l'attenzione dei passanti e messo in fuga il molestatore. Quando i militari sono arrivati sul posto, dell'uomo non c'era infatti più traccia.

Incastrato dalle telecamere

Il gesto non è però rimasto impunito. Il prezioso e dettagliato identikit fornito dalla vittima, insieme alla minuziosa analisi dei video estratti dai sistemi di videosorveglianza della zona dove era accaduto il fatto, hanno permesso ai militari di individuare il molestatore e identificarlo. 

Violenza sessuale

Ora l'uomo, un 54enne trentino con precedenti specifici, dovrà rispondere della sua condotta davanti al giudice. L'accusa è di violenza sessuale. Il pubblico ministero ha richiesto, ed ottenuto, la misura della detenzione domiciliare per scongiurare il rischio che l'uomo possa ripetere il reato.

Fonte: Trentotoday.it
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incubo in strada: donna aggredita e palpeggiata mentre passeggia

BresciaToday è in caricamento