rotate-mobile
Cronaca Tangenziale Sud

Appalti truccati per le strade della Provincia: 20 gli indagati, 2 arresti

In manette un tecnico e un imprenditore, nell'ambito dell'inchiesta sugli appalti truccati in Provincia di Brescia e che coinvolgerebbe anche strade battutissime come la Tangenziale Sud, la Lenese, la Quinzanese

Si allarga lo scandalo che scuote i palazzi della politica bresciana. Appalti truccati o gonfiati, per opere e lavori pubblici anche di rilievo e che avrebbero coinvolto anche gli uffici della Provincia di Brescia: sotto la lente degli inquirenti, in particolare, anche alcune battutissime strade provinciali come la Tangenziale Sud, la Lenese e la Quinzanese, la Tre Valli.

Strade che sarebbero state realizzate con investimenti al ribasso, e che proprio per questo necessitano di continui e costanti investimenti. Almeno una ventina di persone coinvolte nell’inchiesta, e almeno otto di queste implicate direttamente nei loschi affari riconducibili ad appalti pubblici.

Tra i nomi altisonanti anche due responsabili degli uffici della Provincia: Bortolo Perugini, ormai in pensione, e Carlo Faccin, ancora in servizio. Solo due, al momento, gli arrestati: ai domiciliari il tecnico P.B., in carcere l’imprenditore dell’edilizia M.G.

Aggiornamento 14 maggio 2020 ore 14.54

P.B. è stato assolto dai capi d'imputazione di truffa aggravata e turbativa d'asta per "non aver commesso il fatto".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalti truccati per le strade della Provincia: 20 gli indagati, 2 arresti

BresciaToday è in caricamento