"Vieni, giochiamo a nascondino": atti sessuali con una bambina di 10 anni

Condannato a quattro anni di reclusione l'uomo di 70 anni (oggi) che una decina di anni fa avrebbe molestato una bambina di 10. Il suo squallido pretesto: invitava il nipote a giocare a nascondino

Sono passati più di 10 anni da quei pomeriggi orribili. Quando l'orco si nasconde dietro casa: invitava il nipote a giocare a nascondino con lui, ma voleva che portasse sempre con sé la sua fidata amichetta. Entrambi avevano solo 10 anni. Il nascondino, uno squallido pretesto: il bambino veniva mandato lontano, a nascondersi. E rimanevano solo lui e la bimba.

Ora ha 70 anni: bresciano, pensionato, sposato. Per chissà quanto ha approfittato dell'innocenza della piccola. “E' solo un gioco”, raccontava, poi le chiedeva di toccarlo. “Questo sarà il nostro piccolo segreto”. E tale è rimasto, per anni, quasi 10 anni.

Finché la piccola, ormai diventata una ragazzina, non è scoppiata a piangere davanti agli amici. Il ricordo terribile, che ritorna. Poi il racconto ai genitori, ai nonni, infine in Tribunale. Ricostruendo la vicenda, sembra la piccola non sia stata l'unica.

L'uomo, un vero orco: aspettava che la moglie andasse al lavoro, poi tentava in ogni modo di soddisfare le sue perverse fantasie. Prima l'accusa: atti sessuali con minore. Ora la condanna: quattro anni di carcere. I fatti contestati risalgono al 2005.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Tragico infortunio sul lavoro: morto giovane operaio

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento