Cronaca Via Guglielmo Marconi

Scende dalla Mercedes e lo abbraccia: è una scusa per rubargli l'orologio

La 20enne rumena, incinta e senza fissa dimora, è stata arrestata e si trova ai domiciliari a casa di un amico nel veronese. Il complice se l'è data a gambe.

La tecnica degli abbracci per derubare gli anziani, collaudata dai rom, ha fatto un'altra vittima. A cadere nella trappola, questa volta, un 83 enne di Ghedi che è stato derubato mentre stava camminando in via Marconi da una ventenne rumena.

La donna è scesa da una Mercedes, guidata da un complice, e si è gettata sull'anziano: facendo finta che si trattate di un conoscente che non vedeva da tempo lo ha abbracciato, poi, approfittando della momentanea confusione dell'uomo, gli ha sfilato l'orologio e una catenina d'oro. Ma, proprio mentre la donna faceva ritorno alla Mercedes è passata una pattuglia del locale comando dei Carabinieri.

I militari hanno immediatamente capito la situazione e sono intervenuti per fermare la donna mentre saliva in auto. Il complice è, invece, riuscito a scappare.  

La 20enne è stata arrestata per furto aggravato: sta scontando gli arresti domiciliari a casa di un conoscente, nel Veronese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scende dalla Mercedes e lo abbraccia: è una scusa per rubargli l'orologio

BresciaToday è in caricamento