Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Ex sindaco e celebre architetto, la provincia piange la morte di Antonio Montiglio

Aveva 88 anni Antonio Montiglio, storico architetto di Breno conosciuto in tutta la provincia di Brescia: lo piangono la moglie e i due figli

Foto d'archivio

La Valcamonica piange il “suo” architetto: Antonio Montiglio si è spento a 88 anni in casa di riposo a Breno, dove era ospite da qualche tempo. Al momento non ci sono conferme di correlazione tra il decesso e l’epidemia di Coronavirus. Lo piangono la moglie Silvana e i figli Giovanni e Beatrice.

Classe 1932, era nato e cresciuto a Roma prima di tornare in valle, la terra natale del padre che però si era trasferito nella Capitale per lavoro. Montiglio si laurea al Politecnico di Milano nei primi anni ’60, ed è proprio dal capoluogo meneghino che comincia la sua lunga carriera nel settore.

Opere e ricordi in tutta la Valcamonica

Sono tantissime le opere che ha progettato di sua mano, in provincia di Brescia e non solo: dalle terme di Angolo alle scuole medie di Breno e Darfo, solo per citarne alcuni, e poi edifici pubblici e privati, pure il restauro di alcune chiese come la Santa Maria di Esine.

Ha passato tutta la vita a Breno, il paese dove ha lasciato i segni più indelebili: del piccolo Comune camuno Montiglio è stato anche sindaco, eletto nella seconda metà degli anni Sessanta. In tanti ancora ricordano le sue dimissioni, dopo solo due anni: una scelta figlia del suo attaccamento al lavoro. Proseguirà poi la sua attività politica come consigliere comunale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex sindaco e celebre architetto, la provincia piange la morte di Antonio Montiglio

BresciaToday è in caricamento