rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Pisogne

Precipitato in un canalone, Antonio è morto a pochi giorni dal suo compleanno

Tra poche ore saranno rese note le date dei funerali

La passione per la montagna e per la fotografia l'hanno accompagnato per tutta la vita: domenica mattina era uscito per l'ennesima escursione lungo il cammino della Corna Trentapassi, che conosceva bene, poi di lui nessuna notizia fino al tragico ritrovamento di martedì pomeriggio. Antonio Fratus Gonzo è precipitato in un canalone e qui è stato trovato ormai senza vita, dopo due giorni di ricerche.

L'allarme dei familiari

A dare l'allarme è stata la sorella, preoccupata perché irraggiungibile al telefono. Le operazioni di ricerca erano scattate lunedì, quando i familiari avevano denunciato ufficialmente la sua scomparsa: gli uomini del Soccorso alpino e della Guardia di Finanza hanno setacciato in lungo e in largo la zona compresa tra Toline - la frazione di Pisogne da dove era partito - e la Corna Trentapassi. Il corpo senza vita del 60enne è stato ritrovato in un dirupo nella zona boschiva che sovrasta Vello: Antonio Fratus potrebbe essere stato vittima di una caduta mentre affrontava una discesa impervia.

Tempo poche ore e saranno rese note le date dei funerali. Da qualche anno in pensione, Antonio Fratus viveva da solo a Mura, frazione di Palazzolo sull'Oglio: lascia nel dolore i fratelli, la sorella e la madre Marisa. Per diverso tempo era stato socio del Cai, il Club Alpino Italiano: tra pochi giorni avrebbe festeggiato il suo compleanno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Precipitato in un canalone, Antonio è morto a pochi giorni dal suo compleanno

BresciaToday è in caricamento