menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lutto nel mondo della medicina: morto ex primario d'ospedale

E' morto a 82 anni il dottor Antonangelo Zuddas, ex direttore sanitario dell'ospedale di Manerbio: mercoledì mattina i funerali

Tutto il paese lo ricorda con affetto: ma il dottor Antonangelo Zuddas era in realtà conosciuto in tutta la provincia, dopo tanti anni di servizio in ospedale e per la comunità. Si è spento a 82 anni, nell'abbraccio dei suoi familiari: lo piangono il figlio Marcello con Alessandra e l'amato nipote Andrea, la sorella Paola con Gianpietro, i cari Stefano e Lara, le adorate Mariellina, Valentina e Stella.

La veglia di preghiera si terrà martedì pomeriggio alle 17. I funerali saranno invece celebrati, nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo a Manerbio, mercoledì mattina alle 9.30: il corteo partirà (a piedi) dalla sala mortuaria dell'ospedale, dove Zuddas ancora riposa. La cerimonia si concluderà infine al tempio crematorio.

Classe 1937 e 82 anni già compiuti, Zuddas era di origini sarde, ma da più di mezzo secolo abitava in provincia. Si era laureato nei primi anni '60, aveva cominciato a lavorare a Manerbio, in ospedale, nel 1967. Da allora non ha più lasciato il nosocomio della Bassa, fino alla pensione: è stato prima medico otorino, poi primario del reparto di Otorinolaringoiatria, infine primario dell'ospedale.

Il lavoro e la politica, l'impegno sociale

Negli anni si è contraddistinto per il suo forte impegno sociale. Zuddas è stato fondatore della comunità Chizzoletta: in una cascina ristrutturata è nata una comunità di recupero per tossicodipendenti. E' stato anche presidente del Consiglio d'istituto delle scuole medie. Militante del Partito socialista italiano, venne eletto anche in consiglio comunale.

Un uomo forte, tutto d'un pezzo, ma che nella vita ha dovuto affrontare una terribile tragedia: la morte del giovane figlio Alessandro, che aveva solo 33 anni. Vittima nel 2007 di un terribile incidente stradale. Da allora la vita del dottor Zuddas non è stata più la stessa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento