rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca

Autovelox: nel 2015 cancellate 3mila multe ai bresciani

Sul totale di 300mila sanzioni stradali emesse nel 2015 dalla Polizia provinciale sono state 3mila quelle annullate per evitare il ricorso.

300mila multe, per un incasso complessivo di 25milioni di euro, e avrebbe potuto essere ancora di più. Il comando provinciale della Polizia ha diramato i dati circa le contravvenzioni per eccesso di velocità lungo le strade extraurbane della nostra vasta provincia, il dettaglio è riportato sulle colonne del Corriere della Sera.  

Ogni contravvenzione emessa in seguito all’attivazione dell’autovelox viene passata al vaglio, capita così che nel corso del 2015 si siano annullate 3mila multe. I motivi? Errori tecnici da parte degli agenti (cattive trascrizioni della targa, errata classificazione del tipo di veicolo), errori del software oppure ancora multe a veicoli di emergenza in servizio (forze dell’ordine o mezzi di soccorso) o alle auto delle scorte. Annullate, ovviamente, anche le multe di chi sta correndo in ospedale e poi fornisce la documentazione che attesta lo stato d’emergenza per motivi di salute. In tutti questi casi la Polizia straccia il verbale per evitare un ricorso, che avrebbe esito scontato a favore dell’automobilista. 

Curioso il caso verificatosi il 4 settembre 2015: un malfunzionamento del software ha annullato la validità di decine e decine di multe. Gli automobilisti frettolosi per quel giorno sono stati letteralmente graziati. Diverso ancora il caso di chi invece si rende irreperibile, spesso si tratta di cittadini stranieri non rintracciati dal postino che consegna la temuta raccomandata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox: nel 2015 cancellate 3mila multe ai bresciani

BresciaToday è in caricamento