rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Non è caduta dalle scale, è stata uccisa dal genero: svolta shock nelle indagini

Trovata morta in casa, svolta nelle indagini

Nessuna caduta accidentale dalle scale, come si era inizialmente ipotizzato, quanto piuttosto un brutale omicidio: sono questi gli ultimi sviluppi delle indagini sulla morte di Anna Turina, la 73enne di Roverbella (abitava nella frazione di Malavicina) trovata morta in casa nella tarda serata di giovedì. Gli approfondimenti dei carabinieri hanno portato all'arresto del genero Enrico Zenatti, 54 anni, ora accusato di omicidio volontario e già trasferito in carcere a Mantova.

Sono diversi gli elementi che hanno convinto gli inquirenti della sua presunta colpevolezza. In primis le tracce di sangue sui vestiti, su cui verrà eseguito l'esame del Dna: e ancora le immagini delle telecamere di videosorveglianza, che l'avrebbero inquadrato mentre, la sera della tragedia, avrebbe varcato la soglia della casa della suocera.

Un profondo taglio alla gola

Nel frattempo gli accertamenti medico-legali avevano escluso il decesso per cause accidentali. Sulla donna senza vita, infatti, era stato individuato un profondo taglio alla gola, che appunto le avrebbe provocato la morte. Resta ora da capire quale potrebbe essere stata l'arma del delitto (a quanto pare l'omicida non avrebbe utilizzato un coltello). Il corpo della donna verrà comunque sottoposto ad autopsia, mentre il 54enne Zenatti attende l'interrogatorio di garanzia.

I primi a dare l'allarme sono stati i figli della donna, entrambi molto conosciuti in paese: Paolo è un ingegnere, Mara invece gestisce un negozio di frutta e verdura. Emergono delle ombre, intanto, sul passato di Enrico Zenatti. L'uomo nel 2005 era stato arrestato e accusato dell'omicidio di due prostitute, trovate morte a Verona: per quella vicenda però era stato infine assolto, nel 2008. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non è caduta dalle scale, è stata uccisa dal genero: svolta shock nelle indagini

BresciaToday è in caricamento