rotate-mobile
Cronaca Calcinato

Il dramma di Anna Maria, stroncata da un malore improvviso mentre fa volontariato

Una vita per gli altri, morta mentre faceva volontariato in Uganda

Tutta Calcinato piange la scomparsa di Anna Maria Portesi, morta martedì a 73 anni mentre si trovava in Uganda per una missione umanitaria insieme al marito. Si sarebbe sentita male probabilmente a causa di un infarto, che purtroppo non le ha lasciato scampo: la salma si troverebbe ancora in Africa, in attesa di poter rientrare in Italia per organizzare i funerali.

"Dopo aver vissuto una vita per la sua famiglia nella luce della fede, oggi è tra le braccia misericordiose del Padre", scrivono i familiari: lascia nel dolore il marito Antonio Corsini, i figli Federica, Roberta, Daniele, Francesca e Claudia, i generi e la nuora, gli amati nipoti, le sorelle e il fratello, i cognati.

Una vita per gli altri

E' morta a Namalu, in Uganda, dove era impegnato in un progetto umanitario portato avanti dall'associazione Iniziativa l'Ovo dell'Asino, da sempre condivisa con il marito: Portesi e Corsini sono stati impegnati per decenni nel volontariato, fin dagli anni Ottanta. In paese era conosciuta per aver collaborato con la parrocchia e con gli scout, ma soprattutto per aver gestito la Casa della carità, struttura di accoglienza di Calcinato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma di Anna Maria, stroncata da un malore improvviso mentre fa volontariato

BresciaToday è in caricamento