menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Il paese piange la sua maestra: ha insegnato a generazioni di bambini

Calcinato piange Anna Maria Morelli, si è spenta martedì all'età di 98 anni. Insegnate elementare per decenni, durante la seconda guerra mondiale fu perseguitata per l'impegno antifascista.

Ha combattuto per la libertà, come tutta la sua famiglia, poi ha insegnato a intere generazioni ad apprezzarne il valore. Calcinato piange Anna Maria Morelli, storica maestra elementare scomparsa martedì, all'età di 98 anni.

Originaria di Montecatini, si era trasferita nel Bresciano poco prima che scoppiasse la seconda guerra mondiale, si formò in ambiente antifascista e proprio durante il conflitto lottò per difendere la libertà, come il padre e i fratelli.  Un impegno che costò caro all'intera famiglia: uno dei fratelli della donna morì di stenti nel campo di concentramento di Mauthausen, dove fu imprigionato anche il padre. Anna Maria Morelli e la madre furono imprigionate prima a Villa Feltrinelli, poi nel carcere di Canton Mombello

Una volta finita la guerra ,ha cominciato ad insegnare ai bambini delle elementari di Calcinato fino a metà degli anni settanta, quando andò in pensione. Maestra lungimirante, ha diretto anche la casa di riposo del paese. Vedova da anni, lascia nel dolore i figli Gianni, Antonio e Maria. L'ultimo saluto sarà celebrato nella chiesa parrocchiale di Calcinato alle 16.30 di  giovedì pomeriggio.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento