Faccia a faccia con i ladri nel suo negozio, riesce a metterli in fuga

La grande prova di coraggio di un commerciante camuno, alle prese con i ladri nel suo negozio nella notte di Capodanno: banditi in fuga a bordo di un'auto già recuperata dai carabinieri

Ladri di Capodanno messi in fuga dal proprietario del negozio: è successo ad Angolo Terme la notte del 31 dicembre, in una nota bottega di alimentari che si trova proprio in pieno centro al paese. I banditi hanno fatto irruzione intorno alle 3, ma hanno fatto un po' troppo rumore: il titolare (che abita di fianco) si è svegliato ed è corso a vedere cosa stava succedendo.

Una volta entrato nel suo negozio, si è trovato di fronte i due ladri: un faccia a faccia per fortuna durato poche decine di secondi, e senza gravi conseguenze. Attimi in cui però il padrone di “casa” ha mostrato un grande coraggio, appunto facendo scappare i ladri.

Sembra che i due rapinatori si siano dati alla fuga riuscendo comunque ad arraffare il registratore di cassa, che però era stato in gran parte svuotato: pare contenesse infatti solo poche decine di euro. I malviventi se la sono data a gambe a bordo di un'auto parcheggiata poco lontano, forse con un terzo complice che li aspettava.

Il titolare del negozio ha immediatamente allertato i carabinieri: indagini lampo dei militari, che già la mattina successiva sono riusciti a recuperare l'auto utilizzata per la fuga, abbandonata sul ciglio della strada che dal paese porta verso il lago Moro. Dei ladri per il momento nessuna traccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento