Coppia ubriaca in auto: lui guida, lei ‘allunga’ 50 euro ai carabinieri

Foto di repertorio

Alla denuncia per guida in stato di ebbrezza si è aggiunta quella di tentata corruzione: giornata da dimenticare per una coppia residente in Val Camonica, fermata in auto lungo la Provinciale che da Angolo Terme porta ad Anfurro.

Al volante (ubriaco) un 55enne residente in zona. Dopo esser stato sottoposto all’alcol test, i carabinieri gli hanno ritirato la patente. A quel punto è intervenuta la donna, una 50enne ucraina anche lei piuttosto avvinazzata. Si è avvicinata ai militari e ha estratto 50 euro dalla borsetta: “Vi prego, chiudete un occhio e lasciateci andare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La trovata non si è conclusa proprio benissimo. La 50enne è finita in stato di fermo per tentata corruzione e ora dovrà rispondere delle sue azioni davanti a un giudice.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sdraia sul divano, "Nonna sto male": 14enne muore il giorno dopo in ospedale

  • Allarme temporali nel Bresciano: rischio concreto di supercelle

  • Porta una sedia in giardino, gli cade sopra: carotide recisa, muore a 44 anni

  • Tempesta nella notte: frane e fiumi straripati, paese in ginocchio

  • Lago di Garda, prurito quando si esce dall'acqua: è la "dermatite del bagnate"

  • Lombardia, primo morto Covid dopo 5 giorni: un 81enne di Lumezzane

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento