rotate-mobile
Cronaca Bassano Bresciano

Stroncato da un malore improvviso: le lacrime di un intero paese

Il dolore dei familiari per la scomparsa di Angelo Pavoni

E' il giorno del dolore per le comunità di Bassano Bresciano e Urago d'Oglio, che piangono la scomparsa di Angelo Paolo Pavoni, morto a 55 anni a causa di un infarto mentre si stava allenando alla PalExtra di Via Civiltà del Lavoro a Verolanuova. Era impegnato in una sessione di spinning quando si è sentito male e si è accasciato a terra, sotto gli occhi attoniti dell'istruttore e dei compagni di corso: a nulla sono valsi i disperati tentativi di rianimarlo - sul posto l'automedica e un'ambulanza della Croce Bianca - in quanto il suo cuore non ha più ripreso a battere.

Il dolore dei familiari 

Tempo poche ore e la magistratura ha dato il nulla osta alla sepoltura: non ci sarà nessuna inchiesta sul decesso di Pavoni, circostanza su cui sono comunque intervenuti i Carabinieri per i rilievi del caso. Originario di Bassano Bresciano, si era da poco trasferito a Urago d'Oglio: lascia nel dolore la moglie Alessia, il figlio Giacomo, la sorella Monica con Lorenzo, la suocera Isa. Mercoledì pomeriggio il funerale, nella parrocchiale di Bassano Bresciano.

Dal 1994 lavorava insieme alla sorella Monica alla Salute Benessere Sas di Bassano, studio specializzato in fisiokinesiterapia e fisioterapia. Si era diplomato in masso-fisioterapia all'ospedale Maggiore di Cremona: una passione ereditata dal padre acquisito Luigi Rivetti, fisioterapista e massaggiatore di tanti calciatori di Serie A tra gli anni '80 e '90.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da un malore improvviso: le lacrime di un intero paese

BresciaToday è in caricamento