Cronaca

L’anello ciclabile del Garda entra nella Finanziaria: milioni di euro in arrivo

I lavori sono già in corso, e a breve verrà inaugurato il primo tratto da Limone a Riva. Il costo totale supererà i 100 milioni di euro.

Il rendering del progetto

Sempre più vicino. Quello che ormai viene sempre più spesso chiamato “anello ciclabile del Garda” acquista col tempo sempre più credibilità, e soprattutto diventa sempre più concreta la sua completa realizzazione. L’ultima notizia riguarda l’inserimento dell’opera nella prossima manovra finanziaria, il che conferma che è tra le priorità del Governo Gentiloni nel piano di sviluppo del sistema nazionale delle ciclovie turistiche. 

Per l’intero piano nazionale sono stati stanziati ben 74 milioni di euro per i prossimi due anni. Ancora non si sa quanti ne arriveranno sul Garda, anche se non è impossibile ipotizzare che al Benaco verrà riservato un trattamento “di favore”. Il costo totale dell’anello è ipotizzato in 102 milioni di euro: Trentino (provincia autonoma di Trento) e Regione Veneto hanno già messo a disposizione - sulla carta - 60 milioni, il resto spetta alla Lombardia.

Soddisfatto l’assessore regionale Mauro Parolini: «Nei prossimi mesi verrà siglato il protocollo d’intesa per definire l’inizio dei lavori Il risultato è il frutto di mesi di lavoro e interlocuzioni serrate con il ministro Graziano Delrio. Le risorse inserite nel decreto legge si affiancheranno a quelle che Regioni, enti locali e territorio hanno già mobilitato. Il progetto è di portata storica: l’anello del Garda potrebbe diventare una delle capitali europee del cicloturismo». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’anello ciclabile del Garda entra nella Finanziaria: milioni di euro in arrivo

BresciaToday è in caricamento