"Un dono volato in cielo": lo straziante addio ad Andrea, morto giovanissimo

Erano in tantissimi a Isorella per l'ultimo saluto al giovane Andrea Andreoletti, morto a soli 19 anni in un terribile incidente stradale, lunedì sera a Visano

Andrea Andreoletti

Erano in tantissimi, dentro e fuori la chiesa parrocchiale di Isorella (nonostante il freddo), per l'ultimo e commosso saluto al giovane Andrea Andreoletti, il 19enne morto lunedì sera sulla Sp19, in territorio di Visano, uscito di strada con la sua auto e poi deceduto sul colpo. Una tragedia immensa: lo piangono i genitori Brigida e Achille, la nonna Palmira, la fidanzata Rebecca.

Un ragazzo pieno di vita e di passioni, come tutti alla sua età: era cintura nera di karate e grande appassionato di moto, anche se già aveva avuto un incidente. Seppur giovanissimo, si era già fatto notare anche nelle file del volontariato, in chiesa e in oratorio: come ricordato da don Adolfo Piotto, che ha celebrato l'omelia funebre, è stato chierichetto fino a 18 anni.

Nato in Romania, ma da una vita a Isorella. Sognava di fare il meccanico, il giovane Andrea: aveva lasciato l'istituto Bonsignori di Remedello per iscriversi alla scuola-bottega di San Polo. Lunedì sera il terribile incidente: è uscito di strada a bordo della sua Fiat Panda, forse per l'asfalto viscido. Non sono stati rilevati segni di frenata, e nessuna altra vettura è rimasta coinvolta.

L'omelia del parroco

Andrea è morto sul colpo dopo aver centrato in pieno un albero, sbalzato fuori dall'abitacolo. “Non smettete mai di essere prudenti – ha ricordato don Adolfo nel corso della sua omelia – e imparate a dare valore alla vita, perché è un dono immenso. Un dono come lo era Andrea, volato in cielo: un dono per la sua famiglia e per i suoi amici”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Non possiamo che avere speranza – ha continuato – perché solo quella ci rimane quando si celebra il funerale di un ragazzo così giovane, a pochi giorni dal Natale. Certo è una morte che a noi appare incomprensibile: una morte tragica, a cui dobbiamo rispondere con l'amore e l'affetto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coprifuoco in tutta la Lombardia, ok del governo: dalle 23 stop attività e spostamenti

  • Tentato suicidio a scuola: ragazzina si butta dal balcone

  • Dpcm 18 ottobre: le nuove misure della stretta in arrivo oggi

  • Nel Bresciano 35 contagi in 24 ore: i nuovi casi Comune per Comune

  • Brescia: è morto il papà di Francesco Renga, aveva 91 anni

  • Covid, nuova ordinanza della Regione per locali, sport, Rsa e scuole: cosa cambia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento