Cronaca Desenzano del Garda

Malore sulla scala, cade e batte la testa su uno spigolo: morto sul colpo

Aveva 77 anni Amadio Ottolini, impresario edile in pensione: è morto domenica mentre poteva gli ulivi nella sua casa di Centenaro

Sarebbe stato un malore improvviso, probabilmente un infarto, a strappare alla vita il 77enne Amadio Ottolini, impresario edile in pensione: è stata la moglie a trovarlo esanime a terra nel giardino di casa, in località Montalbano a Centenaro, al confine tra Desenzano e Lonato. A nulla sono valsi, purtroppo, i disperati tentativi di rianimarlo: il suo cuore non ha più ricominciato a battere.

L'allarme è stato lanciato poco dopo le 13: sul posto, oltre ai carabinieri – intervenuti per i rilievi – si sono precipitati i sanitari della Croce Rossa di Rivoltella e l'automedica. Ma come detto non c'è stato niente da fare. Ottolini stava potando i suoi numerosi ulivi: a quanto pare si è sentito male quando era sulla scala, ed è caduto all'indietro battendo la testa sullo spigolo di un muretto.

Non è stato però il trauma cranico a provocare il decesso: i primi accertamenti medico-legali hanno infatti confermato il malore. La salma è già a disposizione dei familiari, che nei prossimi giorni potranno celebrare il funerale. Ottolini era molto conosciuto, in paese e non solo: per decenni ha gestito un'azienda edile insieme al fratello, scomparso da tempo. Lascia moglie e figlia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Malore sulla scala, cade e batte la testa su uno spigolo: morto sul colpo

BresciaToday è in caricamento