Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Allevamenti di maiali, inchiesta shock: “Mutilati e costretti a vivere tra le carcasse”

L'associazione Essere Animali (e con loro il Daily Mail) pubblica una nuova inchiesta sugli allevamenti del Prosciutto di Parma Dop: nel mirino due aziende bresciane

Ci sono anche due allevamenti bresciani, della Bassa, nel “mirino” della nuova inchiesta del movimento antispecista Essere Animali, un'indagine realizzata in collaborazione con il quotidiano britannico Daily Mail. Gli attivisti dell'associazione animalista e un giornalista inglese – Ian Birrel – raccontano di aver trovato “centinaia di maiali morti all'interno di un grande allevamento fornitore del Prosciutto di Parma: i cadaveri presentavano evidenti segni di cannibalismo ed erano a stretto contatto con gli animali vivi, la maggior parti malati con gravi infezioni a orecchie, occhi e pelle”.

Immagini e video shock, già pubblicate in rete e già raccolte anche dal Daily Mail, a poche settimane da un'altra inchiesta – realizzata dalla Lav, la Lega antivivisezione, e pubblicata sempre in Inghilterra dal The Independent – che ancora entrava nel merito di alcuni allevamenti (anche bresciani) legati alla produzione del Prosciutto di Parma Dop.

“Mai visto nulla di simile, ci siamo trovati dinanzi a decine di animali morenti – scrivono gli attivisti di Essere Animali in una nota – Il video risale a metà aprile, pochi giorni dopo l'allevamento era stato ripulito. Non sappiamo che fine abbiano fatto gli animali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allevamenti di maiali, inchiesta shock: “Mutilati e costretti a vivere tra le carcasse”

BresciaToday è in caricamento