rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Cronaca Calvisano

Rugby bresciano in lutto: è morto l'imprenditore Alfredo Gavazzi

Per quasi 10 anni è stato presidente della federazione italiana rugby

La tragica notizia rimbalza sul web, sui social, in ogni club house dello Stivale: l’imprenditore bresciano Alfredo Gavazzi, per quasi un decennio presidente della federazione italiana rugby, è spirato nelle scorse ore, all’età di 72 anni, dopo aver combattuto contro una malattia.

Nato a Brescia il 24 giugno del 1950, ha contribuito a scrivere la storia della palla ovale fin da giovane. A soli 20 anni fondò il rugby Calvisano - il club più titolato del Bresciano - in cui militò per 13 stagioni da giocatore, per poi entrare nella struttura societaria e diventarne una colonna portante.

"Non ci sono parole per descrivere il dolore di tutta la famiglia giallonera in questo triste momento - si legge sulla pagina social del club, che milita nel massimo campionato italiano - . Pilastro fondamentale della nostra società, e di tutto il rugby italiano, porteremo per sempre il suo ricordo nei nostri cuori, onorando la sua persona secondo i valori con i quali ha costruito il nostro piccolo mondo di rugby. Non potremo mai ringraziarlo abbastanza per tutto quello che ci ha donato. Onoreremo il suo sogno di un rugby Calvisano forte, determinato e combattivo, come lui è sei sempre stato in vita".

Dirigente del comitato regionale lombardo, nel 2012 fu eletto presidente della federazione italiana rugby, che guidò per due mandati, fino al 13 marzo 2021, quando fu sconfitto dall'ex rugbista Marzio Innocenti.

"Ha sacrificato per due mandati la sua vita per guidare il rugby italiano - ed oggi so quanto possa essere gravosa la carica di presidente della federazione italiana rugby- ma lo ha fatto, ne sono sicuro, al meglio delle sue capacità e delle sue convinzioni. Dopo la mia elezione riconobbi ad Alfredo l'onore delle armi, oggi il momento è molto più grave e voglio abbracciare Alfredo, la sua famiglia ed il suo Calvisano rappresentando idealmente tutto il rugby italiano che riconoscente lo ringrazia", ha detto il presidente federale Marzio Innocenti.

Imprenditore di successo, nel 1976  creò la Tiesse Robot, impresa specializzata nei processi di automazione industriale di cui era amministratore delegato. Attivo anche in politica: è stato vicesindaco e consigliere comunale di Calvisano. Centinaia i messaggi di cordoglio, i ricordi e testimonianze d’affetto giunte ai familiari dell’imprenditore che lascia nel dolore la moglie Marisa e i figli Marco e Andrea. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rugby bresciano in lutto: è morto l'imprenditore Alfredo Gavazzi

BresciaToday è in caricamento