Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Alfianello

Cerca di rimuovere un nido di vespe dal terrazzo, barista precipita per 6 metri

L’incidente l’altra notte in una palazzina di Vicolo Pellico ad Alfianello: il gestore 43enne di un bar del paese è in prognosi riservata al Civile

Tradito da un nido di vespe: è questa la causa della bruttissima caduta (da oltre sei metri) del barista di 43 anni di Alfianello attualmente ricoverato in gravi condizioni, in prognosi riservata, nel reparto di Rianimazione del Civile di Brescia. Rientrato a casa dopo il lavoro, avrebbe cercato di rimuovere con un coltello una fastidiosa nidiata di insetti che si era incastrata nel suo terrazzo.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, sarebbe salito su una sedia (o forse addirittura sulla ringhiera) nel tentativo di eradicare con un coltello il nido di vespe. E’ in quel momento che avrebbe perso l’equilibrio, cadendo all’indietro e precipitando per circa 6 metri. A dare l’allarme un vicino di casa, allertato dal tonfo.

Sceso di sotto per vedere cosa fosse successo, ha trovato il 43enne steso a terra e privo di sensi: ha subito chiamato il 112. La centrale operativa ha inviato sul posto ambulanza e automedica, oltre all’elicottero per il trasporto d’urgenza, atterrato a poche centinaia di metri di distanza, al campo sportivo.

I carabinieri giunti rapidamente sul luogo dell’incidente hanno poi ricostruito la dinamica dell’accaduto. Il 43enne è molto conosciuto in paese, titolare di un bar in pieno centro. Anche la casa dell’incidente è in centro: una palazzina di Vicolo Silvio Pellico, a poca distanza dal municipio. Tutto il paese spera in una rapida guarigione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca di rimuovere un nido di vespe dal terrazzo, barista precipita per 6 metri

BresciaToday è in caricamento