rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca Darfo Boario Terme

Morto nel sonno a 25 anni: il dubbio sui farmaci, la ferita dopo una lite

Si attendono ancora gli esiti dell'autopsia

Soltanto l'autopsia potrà dare risposte definitive sul decesso di Alessio Minelli, il giovane operaio di Darfo Boario Terme (padre di due bambini) scomparso a soli 25 anni nella notte tra il 19 e il 20 ottobre scorso: era in trasferta per lavoro a Sorbolo Levante, Brescello, e dopo essere andato a dormire non si è più risvegliato, probabilmente a causa di un arresto cardiocircolatorio. I suoi colleghi, all'alba, avevano dato l'allarme: ma per lui, purtroppo, non c'era già più niente da fare.

Prima del nulla osta alla sepoltura la Procura aveva disposto vari accertamenti, tra cui l'autopsia: gli esiti sono attesi in queste settimane. Dai primi approfondimenti erano emersi dei problemi di salute, tra cui una cura di farmaci per via delle conseguenze di una frattura a un piede: gli inquirenti non escludono che anche gli stessi farmaci possano aver influito sulle cause del decesso.

Un trauma al polmone dopo una lite?

Ma come riferisce Teleboario, c'è un altro elemento al vaglio degli investigatori: una ferita al polmone, per cui Minelli era stato ricoverato in ospedale, a seguito di un litigio scoppiato in ambito familiare. La circostanza è in corso d'accertamento, ma sarebbe stata confermata dalla madre del ragazzo, oltre che dai referti dell'ospedale. Alessio Minelli, oltre alla moglie e ai figli, ha lasciato nel dolore anche i genitori e la sorella minore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto nel sonno a 25 anni: il dubbio sui farmaci, la ferita dopo una lite

BresciaToday è in caricamento