Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Desenzano del Garda

Strappato alla vita a soli 43 anni: addio ad Alessandro, da anni combatteva contro la malattia

Alessandro Spagnoli, da oltre 3 anni, lottava contro la Sclerosi laterale amiotrofica

"La vita non è eterna, quindi goditela tutta". Una frase, scritta nero su bianco sul profilo Facebook, che era diventata il motto di Alessandro Spagnoli. Poche parole che racchiudono il senso dell'esistenza del giovane padre: è stato strappato all'affetto di amici e familiari a soli 43 anni, dopo aver lottato a lungo e con grande coraggio contro una malattia neurodegenerativa.

Non si era mai arreso e non aveva mai perso l'entusiasmo e il sorriso, nemmeno nei momenti più bui, quando il progredire della malattia gli aveva reso impossibile immergersi nelle acque del lago di Garda o spingere sui pedali della sua amata bicicletta. "La Sla blocca il corpo, ma la mente non smette di viaggiare e sognare", scriveva infatti il 43enne.

Padre di due bambine, viveva a Desenzano del Garda: si è spento nei giorni scorsi, in un letto della Fondazione Sant'Angela Merici. La notizia della sua prematura scomparsa si è diffusa rapidamente nella cittadina gardesana, e sono tanti i messaggi di cordoglio affidati ai social.

"Non posso crederci che te ne sei andato, eri un a persona eccezionale: proteggi la tua famiglia, buon viaggio grande uomo", scrive un amico. "Hai affrontato la vita con coraggio, amore e gioia", si legge ancora su Facebook.

In tanti in queste ore si stanno stringendo attorno ai genitori del giovane uomo -  papà Adolfo e mamma Silvana - alla sorella Michela e alle giovanissime figlie Nicole e Chloe. L'ultimo saluto sarà celebrato giovedì, alle 13.30, al tempio crematorio di Brescia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strappato alla vita a soli 43 anni: addio ad Alessandro, da anni combatteva contro la malattia
BresciaToday è in caricamento