rotate-mobile
Cronaca Via Folzano

Parte per una vacanza e scompare nel nulla, la telefonata shock: "Mi hanno rapito e vogliono uccidermi"

Di Alessandro Sandrini, 32enne di Folzano, non si hanno più notizie certe dal 4 ottobre del 2016. Era partito per un viaggio in Turchia, ma non ha più fatto ritorno a Brescia. Pochi giorni fa la chiamata alla madre: "Mi hanno rapito e fanno sul serio"

Quella che doveva essere un viaggio di piacere si sarebbe trasformato in un sequestro: Alessandro Sandrini, 32enne di Folzano è svanito nel nulla il 4 ottobre del 2016, 24 ore dopo il suo arrivo in Turchia, dove avrebbe dovuto trascorrere un periodo di vacanza.

Dopo un anno di silenzio, lo scorso ottobre, la chiamata alla madre in cui il giovane avrebbe annunciato di essere stato rapito, chiedendo aiuto. Domenica una nuova telefonata, ancora più drammatica: "Fanno sul serio, vogliono uccidermi" avrebbe detto il 32enne alla mamma.

Sulla vicenda, raccontata dal Giornale di Brescia, indaga da tempo la Questura di Brescia, e pure la Farnesina. Per gli inquirenti l'ipotesi del sequestro sarebbe alquanto credibile: il giovane bresciano sarebbe ostaggio di un gruppo criminale, che opera sul confine tra la Turchia e la Siria, e come riscatto pretenderebbe un'ingente somma di denaro dallo Stato italiano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte per una vacanza e scompare nel nulla, la telefonata shock: "Mi hanno rapito e vogliono uccidermi"

BresciaToday è in caricamento