Cronaca Via Malta

Suicido a Brescia: è il 43enne che aveva sparato ai familiari a Dello

Nel più tragico dei modi si è conclusa la fuga dell'uomo che, la notte dell'ultimo, aveva sparato al padre e al fratello dell'ex consorte. Le tensioni erano scoppiate sulle ore da poter passare con i figli

Il luogo dov'è stato ritrovato il cadavere

Si è conclusa tragicamente la fuga del 43enne che, la sera dell'ultimo dell'anno, aveva ferito a colpi di pistola l’ex suocero e l’ex cognato, all'interno dell'abitazione dell'ex moglie a Dello.

Il suo corpo privo di vita è stato ritrovato giovedì mattina in via Malta a Brescia, sotto i portici del complesso al civico 12, davanti ai locali che un tempo ospitavano gli uffici del Tribunale dei Minori.

Secondo la ricostruzione fornita dalla Squadra Mobile, sembra che l'uomo si sia suicidato con la stessa pistola con cui aveva cercato di uccidere il padre e il fratello dell'ex consorte.


L'uomo, un muratore residente in città a Brescia, aveva perso la custodia dei figli minorenni a seguito del divorzio. Sembra che le tensioni in famiglia fossero provocate proprio dalle divergenze sulle ore da passare insieme ai bambini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Suicido a Brescia: è il 43enne che aveva sparato ai familiari a Dello

BresciaToday è in caricamento