Insulti continui alla moglie, la riempie di botte anche davanti ai figlioletti

Giovane di 26 anni protagonista di continui atti di violenza fisica e psicologica nei confronti della moglie

BRESCIA. I poliziotti dell’Ufficio Immigrazione della Questura hanno rimpatriato un cittadino albanese, accompagnandolo all’aeroporto Milano Malpensa, dove è stato imbarcato su un volo diretto in Albania.
 
Il 26enne, con diversi precedenti, già espulso nel 2017 e rientrato in Italia per sostenere un processo nel aprile 2018, non faceva più rientro nel suo paese nonostante non fosse più autorizzato a restare in Italia. 

Inoltre, la responsabilità dell’uomo si è aggravata per una serie di maltrattamenti nei confronti della moglie. La donna è stata aggredita, minacciata e ingiuriata più volte, con continui atti di violenza fisica e psicologica che l’hanno costretta a vivere in condizioni di serio pericolo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I continui episodi sono avvenuti anche in presenza dei giovani figli della coppia, con il tempo diventati insostenibili, tanto da indurre la donna a denunciarlo e a richiedere più volte l’intervento delle forze dell’ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 5 aprile 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 4 aprile 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 3 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento