rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca Centro / Via Armando Diaz

Lo schianto mortale a poche centinaia di metri da casa: lo aspettavano moglie e figli

Il dolore di moglie e figli per la morte

E' un dramma senza fine. Alban Dushi, 40 anni, stava tornando a casa - abitava in Viale Piave - dove lo aspettavano moglie e figli: ha perso il controllo della sua Mercedes lungo Armando Diaz, ha sbandato e si è schiantato contro un albero dopo aver sfiorato una donna (investita di striscio, non è grave: ne avrà per 40 giorni). Morto sul colpo nell'incidente.

La ricostruzione dell'incidente

La salma è a disposizione dell'autorità giudiziaria, ma che non disporrà l'autopsia: si prevedono però ulteriori accertamenti per conoscere la causa della morte, se prima o dopo l'incidente. Non ci sono elementi, ad oggi, per stabilire il motivo dell'improvvisa sbandata: viste le condizioni della macchina, si presume che la velocità fosse sostenuta.

Non sono annunciati però ulteriori accertamenti, come una perizia cinematica: in zona non ci sono nemmeno le telecamere di videosorveglianza. I rilievi sono stati affidati alla Polizia Locale, la Procura aveva aperto un fascicolo per lesioni, ma con la morte di Alban Dushi il caso è chiuso.

Originario dell'Albania, da tanti anni viveva in Italia dove si era costruito una famiglia e un futuro. Dopo aver abitato a lungo a Gottolengo, da poche settimane si era trasferito in Viale Piave a Brescia con la moglie Kosetha e i suoi tre figli. Tantissimi i messaggi di cordoglio: "Che tu possa essere in paradiso, Alban. Non ho parole per descrivere questo dolore", si legge su Facebook.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo schianto mortale a poche centinaia di metri da casa: lo aspettavano moglie e figli

BresciaToday è in caricamento