rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Vezza d'Oglio

Esce a cercar funghi, lo trovano morto: lo stesso tragico destino del nipote

Niente da fare per Agostino Occhi, 70 anni: il corpo senza vita è stato recuperato mercoledì pomeriggio in Val Grande, in località Gland

Tragedia in Val Grande, sulle montagne di Vezza d'Oglio, in una zona impervia in località Gland: è qui che ha perso la vita il 70enne Agostino Occhi, originario proprio di Vezza ma da tempo residente a Milano con la famiglia. In paese aveva ancora una casa, dov'era solito passare le sue vacanze, come in questi giorni.

Mercoledì mattina è uscito per andare i funghi, lungo i boschi e i sentieri che conosceva bene, i luoghi dove è nato e cresciuto. Visto il ritardo nel suo rientro a casa, i familiari nel primo pomeriggio hanno allertato il 112, che ha subito avviato le ricerche. Il corpo senza vita di Occhi è stato ritrovato poco più tardi.

L'esito tragico delle ricerche

Le ricerche hanno coinvolto il Soccorso alpino, le unità cinofile, il Soccorso alpino della Guardia di Finanza, i Vigili del Fuoco e l'elicottero del 118 decollato da Brescia. I soccorritori hanno prima individuato l'auto, a poche centinaia di metri dal luogo del ritrovamento del cadavere. Occhi sarebbe precipitato nel vuoto per decine di metri: potrebbe essere inciampato e caduto così come potrebbe aver avuto un malore.

La salma è stata recuperata, ricomposta e infine trasportata a valle, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Non si esclude possa essere sottoposta da autopsia per fare chiarezza sulle cause del decesso. Lo piangono la moglie, le due figlie e il fratello. Una famiglia distrutta dal dolore, come già successo anni fa, quando sempre in Val Grande aveva perso la vita anche Saverio Occhi, nipote di Agostino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce a cercar funghi, lo trovano morto: lo stesso tragico destino del nipote

BresciaToday è in caricamento