Cronaca

Uccellini vivi intrappolati nelle reti: denunciato bracconiere bresciano

I bracconieri non si fermano neanche a Natale: bracconiere bresciano (pregiudicato) denunciato dalla Polizia Provinciale di Brescia

Un pettirosso imprigionato (Foto Polizia Provinciale)

Smascherato ad Agnosine un altro roccolatore abusivo: aveva allestito in pieno centro al paese una tesa di reti da uccellagione, a due passi dalla chiesa parrocchiale di Santa Maria Annunciata. Ma a cadere nella rete, fa sapere la Polizia Provinciale di Brescia, oltre a due pettirossi e un merlo, anche lo stesso bracconiere.

Si tratta di un pregiudicato di 67 anni che abita in paese: il blitz della Provinciale a seguito della segnalazione di una guardia volontaria. Nella successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e sequestrati anche numerosi richiami vivi, detenuti illegalmente in casa.

Appartenevano a specie considerate particolarmente protette: c'erano fringuelli e storni, ma anche lucherini e passere d'Italia. I richiami ancora in grado di volare sono stati immediatamente liberati. Il 67enne bresciano è stato invece inevitabilmente denunciato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccellini vivi intrappolati nelle reti: denunciato bracconiere bresciano

BresciaToday è in caricamento