menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agguato in via Roncadelle a Brescia: la vittima è fuori pericolo

Il 43, albanese d'origine e bresciano d'adozione, è stato operato questa mattina. La prognosi resta riservata, ma non è in pericolo di vita. Per ricostruire la dinamica si attende l'interrogatorio degli Inquirenti

Il 43enne,  raggiunto nella notte di martedì 30 giugno da alcuni colpi di pistola in via Roncadelle a Brescia, è stato sottoposto nella mattinata di mercoledì ad un intervento chirurgico andato a buon fine. C.A., queste le iniziali dell’uomo, è fuori pericolo e nelle prossime ore sarà sentito dai militari della Squadra Mobile di Brescia. 

Secondo quanto riferito dagli inquirenti non ci sarebbero testimoni diretti dell’agguato avvenuto in via Roncadelle. Nessuno ha visto nulla, a svegliare i pochi residenti della strada di campagna il rumore degli spari. Le versioni fornite dagli abitanti della zona sarebbero anche discordanti. 

Per ricostruire la dinamica dell'agguato si attende, quindi, la versione dei fatti del 43enne che risiede a Sant’Eufemia, ma lavora in un locale sito a poca distanza dal luogo della sparatoria.

Secondo le prime ricostruzioni, l’uomo era a bordo della propria auto, una Fiat Punto, quando è stato affiancato da un’altra autovettura dalla quale sono partiti i primi colpi di pistola. Il 43enne, ferito al torace, è poi sceso dalla macchina e avrebbe percorso 100 metri a piedi.

A dare l’allarme, e a prestare i primi soccorsi alla vittima, una ragazza che si è imbattuta nel 43enne mentre stava raggiungendo un distributore automatico di sigarette.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento