Birra in mano, sputi e bestemmie agli agenti: era pure agli arresti domiciliari

Venerdì pomeriggio la Polizia Locale di Brescia ha arrestato un 47enne che ha aggredito gli agenti con sputi e bestemmie: stava già scontando una pena ai domiciliari

Foto d'archivio

Scene di ordinaria follia, anche in quarantena: venerdì pomeriggio la Polizia Locale ha arrestato un 47enne bresciano che in Viale Caduti del Lavoro, probabilmente ubriaco, ha aggredito verbalmente gli agenti in servizio con sputi e insulti, armeggiando con fare minaccioso la bottiglia di birra che si stava scolando.

A scatenare la reazione inconsulta dell’uomo, a quanto pare, il fatto che i poliziotti stessero multando una donna trovata lontano dal suo domicilio senza una valida giustificazione. In preda al rabbioso raptus, il 47enne tra minacce, parolacce e bestemmie ha detto agli agenti di non aver paura di niente e di nessuno, poiché ex galeotto.

Insulti e sputi, poi la scoperta: era già ai domiciliari

Di fronte alla reazione degli agenti, ha pure cercato di resistere: per questo si è reso necessario l’intervento di una seconda pattuglia. Dai successivi accertamenti è emerso che l’uomo stesse ancora scontando una pena agli arresti domiciliari: quindi oltre alla violazione amministrativa e alla resistenza  a pubblico ufficiale gli è stato inevitabilmente contestato anche il reato di evasione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inevitabili, dunque, anche le manette. Tempo poche ore e il giudice ne ha disposto il trasferimento in carcere: una scenata che si poteva risparmiare, e che gli costerà molto cara.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio non risponde, è a letto privo di sensi: giovane medico in fin di vita

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Prostituzione fuori controllo, 200 escort attive, clienti anche di giorno

  • Tragico gesto estremo: giovane uomo muore suicida a 38 anni

  • Scoppia la tv, la casa si riempie di fumo: donna muore tra le braccia della figlia

  • Positivo al coronavirus: altra classe in quarantena, tampone per tutti i compagni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento