"Hai una sigaretta?" Poi lo pestano a sangue e lo rapinano del suo cellulare

Ancora scene di violenza inaudita in Via Milano: un 34enne ucraino è stato pestato a sangue e rapinato del suo cellulare. I dettagli

Lo hanno riempito di botte e poi lasciato esanime a terra, sul marciapiede, non senza avergli prima sottratto il cellulare: un testimone ha poi chiamato il 112, il giovane ferito è stato ricoverato in ospedale e ne avrà per quasi un mese. Ancora scene di degrado in Via Milano, nella tarda serata di mercoledì: la vittima questa volta è un 34enne di nazionalità ucraina che è stato picchiato e rapinato.

Gli autori della violenza, a detta dei pochi testimoni, potrebbero essere due giovani nordafricani già noti nel quartiere per le loro scorribande. Ma gli accertamenti spettano alle forze dell'ordine: i carabinieri stanno già indagando sull'accaduto, vagliando anche le immagini delle varie telecamere di videosorveglianza presenti in zona.

L'aggressione

Tutto sarebbe successo tra le 22.30 e le 23. Il 34enne sarebbe stato avvicinato dai due con una scusa: “Dammi una sigaretta”, gli avrebbero chiesto, e alla sua prima titubanza gli sono saltati addosso, colpendolo con pugni e calci e rapinandolo del cellulare. Il giovane è rimasto a terra, ferito e pieno di sangue per le botte.

Prognosi e denuncia

In pochi minuti è stato caricato in ambulanza è trasferito al Civile, dove è stato ricoverato in codice giallo. Niente di grave, per fortuna, ma comunque quasi un mese di prognosi. Sul suo corpo diversi ematomi, e qualche taglio ed escoriazione alle braccia e sulla schiena. E' già stato sentito anche dai militari, che hanno raccolto la sua denuncia.

L'episodio si è verificato nella zona delle “Case del sole”, quartiere di Via Milano dove da tempo si discute dei problemi di degrado. I palazzoni di case popolari in gran parte assegnate, ma dove rimangono ancora più di una ventina di appartamenti sfitti. E qualche progetto non realizzato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

Torna su
BresciaToday è in caricamento