"Non si buttano le carte in terra", lui gli spacca la faccia con un pugno

E' stato arrestato il 32enne che, domenica pomeriggio, ha colpito in pieno volto un 35enne, 'reo' di averlo redarguito per aver gettato una cartaccia per terra

Foto d'archivio

Prendersi un pugno in faccia per aver redarguito chi getta una cartaccia per terra? A Brescia succede anche questo. L'episodio risale a domenica scorsa, tra Viale Italia e la zona della stazione. E' qui che un 35enne rumeno si sarebbe permesso di far notare a un indiano di 3 anni più giovane che non si getta l'immondizia per terra, ma ci sono gli appositi cestini.

Forse il tono, forse qualche bicchiere di troppo oppure la sua indole violenta, il 32enne ha subito reagito, con violenza: ha utilizzato il suo bracciale come tirapugni e tirato un gancio al volto del 35enne, che è rimasto a terra sanguinante.

Resosi conto del fatto, il giovane indiano ha cominciato a correre, cercando di scappare e di far perdere le sue tracce. Alcuni testimoni però hanno riferito di averlo visto cercare rifugio all'interno del centro commerciale Freccia Rossa, nella speranza di disperdersi tra la folla.

L'aggressore trovato nascosto nei bagni

I carabinieri intanto erano già intervenuti: erano di pattuglia in zona e hanno notato il 35enne a terra, sanguinante e dolorante, che chiedeva aiuto. E' stato medicato al pronto soccorso e dimesso con una prognosi di circa una settimana. Il 32enne in fuga è stato rintracciato all'interno del centro commerciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si era nascosto in un bagno, dove si stava ripulendo dal sangue del suo avversario. E' stato arrestato in flagranza, accusato di lesioni personali aggravate (anche per l'utilizzo del suo bracciale come un'arma impropria). Dopo aver passato la notte in cella, è stato processato per direttissima: il magistrato ha convalidato l'arresto, con l'obbligo di firma fino alla prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • "Gentile cliente, il punto vendita chiude": 50 dipendenti scaricati con un cartello

  • Prostituzione fuori controllo, 200 escort attive, clienti anche di giorno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento