Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Centro / Via delle Battaglie

Rissa tra antagonisti e esponenti di destra. Randio Onda d'Urto: «Azione premeditata»

È successo nella notte tra venerdì e sabato al circolo Battaglie. Secondo gli antagonisti si tratterebbe di un'azione premeditata: «Erano in 20 e hanno usato manganelli estensibili»

Sangue dopo una rissa (immagine repertorio)

Secondo Radio Onda d'Urto sarebbe un'aggressione premeditata quella avvenuta nella notte tra venerdì e sabato al circolo Battaglie, locale gestito dalla radio. La radio lo ha comunicato attraverso una nota diffusa agli organi di informazione e sui social network. 

Il fatto. Tutto è avvenuto intorno alla 1 della notte tra venerdì e sabato quando alcuni esponenti di movimenti di destra e diversi antagonisti si sono fronteggiati nel locale. A farne le spese: una ragazza di 25 anni, medicata al pronto soccorso dell'ospedale civile.

Secondo la Digos si è trattato di un «evento fortuito degenerato». Di diverso avviso i militanti di sinistra che bollano il fatto come un'aggressione premeditata. A sostegno della loro ipotesi i giovani del circolo Battaglie hanno asserito che «uno degli aggressori è stato visto prima del tentato attacco passare in bicicletta, col chiaro intento di monitorare la situazione ed attendere il momento migliore per colpire».

Non solo, secondo la ricostruzione fornita da Radio Onda d'Urto i militanti di estrema destra (una ventina) sarebbero intervenuti utilizzando dei manganelli estensibili. E proprio un manganello — secondo questa versione dei fatti — avrebbe procurato la ferita che ha mandato al pronto soccorso la ragazza di 25 anni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa tra antagonisti e esponenti di destra. Randio Onda d'Urto: «Azione premeditata»

BresciaToday è in caricamento