menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Infastidito dalle procedure anticovid, aggredisce gli addetti all'ingresso del Civile

«Gesto inqualificabile, incomprensibile e di totale mancanza di rispetto verso chi esercita una pubblica funzione», la denuncia della Cisl Fp

Stavano solamente facendo il loro lavoro, misurando la temperatura delle persone che accedono all'ospedale, chiedendo il motivo dell'ingresso e formulando domande sullo stato di salute. I dipendenti addetti al controllo degli accessi nell'Ospedale Civile di Brescia, nella mattina di ieri, venerdì 13 novembre, sono stati aggrediti da un uomo che stava accompagnando una paziente per una visita. La notizia è riportata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

Sull'episodio è stata diramata una dichiarazione di Angela Cremaschini, segretario provinciale della Cisl Fp: «Gesto inqualificabile, incomprensibile e di totale mancanza di rispetto verso chi esercita una pubblica funzione, un grave campanello di allarme sulla attuale situazione sociale, che impone una profonda riflessione e anche un tempestivo intervento». 

Per evitare altri casi del genere, il sindacato chiede di potenziare il personale agli accessi dell'ospedale, e di mettere in sicurezza i lavoratori ampliando il servizio di vigilanza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Coronavirus

Focolaio Covid in paese: il sindaco chiude tutte le scuole

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento