Aggredisce il sacrestano e i poliziotti, arrestato in chiesa

L'uomo è un cittadino bresciano del 1968 il quale, invitato dal sacrestano ad uscire in quanto era giunta l'ora della chiusura della chiesa, non solo si è rifiutato, ma ha iniziato ad urlare

Nel tardo pomeriggio di ieri, alle ore 19.00 circa, gli agenti della Volante Carmine sono intervenuti all’interno della Parrocchia delle Sante Capitanio e Gerosa a seguito della segnalazione di una persona che, all’interno dell’edificio, stava arrecando disturbo. L’uomo è un cittadino bresciano del 1968 il quale, invitato dal sacrestano ad uscire in quanto era giunta l’ora della chiusura della chiesa, non solo si è rifiutato, ma ha iniziato ad urlare.

L’intervento di due fedeli, presenti in quel momento, non è servito, dunque poco dopo sono giunti sul posto due agenti del Commissariato Carmine. Alla vista dei poliziotti l’uomo si è agitato maggiormente e, rincorso il sacrestano lungo la navata, lo ha colpito con calci e pugni. Lo stesso trattamento è stato riservato agli agenti che tentavano di calmarlo, fin quando, giunti in ausilio altri due poliziotti, l’uomo è stato fermato e condotto in Questura. Con precedenti specifici, lo stesso è stato arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ingiurie e rifiuto a fornire le proprie generalità, oltre che indagato per lesioni personali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Auto travolge sette ciclisti sul Garda: è la squadra di Peter Sagan

  • Provincia di Brescia: morti e contagi di sabato 16 gennaio 2021

  • Fontana: "Lombardia sarà zona rossa, lo dice Speranza. Non ce lo meritiamo"

Torna su
BresciaToday è in caricamento