Cronaca Via Marzaghette

Folgorato da una scossa elettrica, operaio rianimato da un collega: è grave

È successo lunedì pomeriggio al Cotonificio Olcese Ferrari di Adro, vittima un 53enne del paese: il suo cuore ha ripreso a battere dopo pochi istanti.

Foto d'archivio

Folgorato da una scossa da 380 volt, il suo cuore si è fermato per alcuni istanti. È quanto accaduto a un meccanico 53enne di Adro: ad evitare il peggio il tempestivo intervento di un collega e del direttore dello stabilimento teatro dell'infortunio, il Cotononifico Olcese Ferrari di Adro.

Il primo lo ha allontanato dai cavi della corrente, il secondo ha praticato il massaggio cardiaco in attesa dell'arrivo dei sanitari del 118. Per fortuna il cuore del lavoratore ha ripreso a battere dopo pochi istanti. Nello stabilimento di via Marzeghette sono subito sopraggiunte un'ambulanza della croce rossa di Palazzolo e l'eliambulanza decollata da Brescia. Il 53enne è stato trasferito d'urgenza al Civile: avrebbe riportato ustioni al volto e al collo. Le sue condizioni sarebbero critiche, ma non è in pericolo di vita.

La dinamica di quanto accaduto attorno alle 14 di lunedì è ancora al vaglio dei carabinieri di Adro e degli ispettori dell'Ats Franciacorta, che stanno cercando di ricostruire la cause e le responsabilità dell'infortunio. Stando alle prime informazioni trapelate, pare che l'uomo stesse sostituendo un motore di un macchina tessile, quando avrebbe inavvertitamente urtato i cavi elettrici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folgorato da una scossa elettrica, operaio rianimato da un collega: è grave

BresciaToday è in caricamento