Sorprendono i figli con la droga, i genitori accusano i Carabinieri

I Carabinieri della compagnia di Salò sono intervenuti per sedare una rissa tra adolescenti a Moniga, hanno sequestrato 30 grammi tra marijuana, haschisch e cocaina, segnalando 6 ragazzi per assunzione di stupefacenti

I Carabinieri della Compagnia di Salò erano intervenuti per sedare un rissa segnalata da alcuni residenti di Moniga, nei pressi di un locale notturno,  ma davanti a sé hanno trovato uno scenario poco edificante: una compagnia di adolescenti, alcuni ubriachi, intenti ad ascoltare musica ad alto volume, tra nuvole di fumo di cannabis. Alcuni giovani sono stati trovati in possesso di modiche quantità di marijuana e hashish, mentre qualcuno di loro è riuscito a fuggire.

I genitori di due dei ragazzi "pizzicati", giunti sul posto, hanno difeso i propri figli, accusando i Carabinieri di essere troppo rigidi: “Non avete altro da fare che prendervela con un ragazzo per uno spinello? Nemmeno avesse con sé un chilo di droga! Rovinate un giovane per così poco...»  questo le parole che avrebbero usato per rivolgersi ai militari.

L’intervento ha portato al sequestro di circa 30 grammi tra marijuana, hashish e cocaina e alla segnalazione di sei  ragazzi per assunzione di stupefacenti. Un giovane è stato, invece, trovato in possesso di un coltello a serramanico e denunciato per la violazione della legge sulle armi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Pranzo in trattoria, 280 euro di multa a 26 operai: "Come possono mangiare al gelo?!"

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento