Addio alla piccola Sara, stroncata dalla malattia a soli 15 anni

L'addio a Sara Zambelli, figlia di Giambattista, storico esponente del tifo organizzato bresciano. "Sara è diventata un angelo".

Sara Zambelli

CASTEGNATO - Se n'è andata a soli 15 anni. Ha portato con sé la sua vita troppo breve e i cumuli di sorrisi e dolcezza che non ha mai risparmiato. Nemmeno nei suoi ultimi momenti.

Se n'è andata in punta di piedi Sara Zambelli, figlia di Giambattista, storico esponente del tifo organizzato bresciano. Tanto che ieri pomeriggio, come riferisce Bresciaoggi, mentre Sara sosteneva la sua ultima battaglia, allo stadio contro il Cagliari facevano il tifo anche per lei. Tifava per lei quello striscione che gridava a tutta voce "Forza Sara". 

Papà Giambattista aveva abbandonato la curva e il lavoro per stare il più vicino possibile, insieme a mamma Cristina, alla piccola Sara, consapevoli che un destino maledetto gliel'avrebbe portata via troppo presto.

Quel "troppo presto" è arrivato ieri pomeriggio. A dare la notizia proprio papà Giambattista con un messaggio sul suo profilo Facebook: "Sara è diventata un angelo". Immediatamente la bacheca del papà si è riempita di messaggi di cordoglio e vicinanza.

Ciao, piccola Sara. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento