Cronaca

Truffatori senza cuore pagano con assegno falso il vino della cooperativa

Un grave danno economico provocato con consapevolezza e spregiudicatezza: una coppia di truffatori ha letteralmente derubato la Cascina Clarabella di 1.200 bottiglie di Franciacorta.

Hanno visitato l'azienda, hanno ascoltato la storia del progetto, hanno assaggiato i vini e infine deciso di acquistare la bellezza di 1.200 bottiglie di Franciacorta Docg biologico. Tutto a posto? Nemmeno per sogno, visto che l’assegno utilizzato per il pagamento è risultato essere contraffatto. Ad essere colpita una cooperativa che si occupa di inserimento lavorativo e sociale di persone colpite da disagio psichico, cooperativa che si prende cura di 50 persone impiegate in una fattoria, nei vigneti (70mila bottiglie l’anno) e nell’agriturismo. 

Protagonisti della vicenda due distinti - falsi - imprenditori giunti presso la Cooperativa Cascina Clarabella di Iseo con la deliberata intenzione di portare a termine una truffa. L’ammontare del valore di vino perduto è notevole, 11.750 euro. La notizia è stata riportata sulla pagina Facebook della cooperativa nei giorni scorsi, ed ha provocato lo sdegno di migliaia di affezionati clienti e sostenitori. 

Tramite un video che mostra alcuni degli ospiti al lavoro nell’azienda, la cooperativa ha voluto lanciare un messaggio ai truffatori: «Dedicato alla persona che si è portata via centinaia di bottiglie di Franciacorta bio Clarabella pagando con un assegno falso: quello che hai rubato non è solo vino, ma è il frutto dell'impegno di decine di persone che trovano nel lavoro in cooperativa una ragione di vita. Sappi che non sei riuscito a rubarci né la dignità né l'onestà ... un delinquente come te non potrà mai averle!»
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffatori senza cuore pagano con assegno falso il vino della cooperativa

BresciaToday è in caricamento