Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Acquafredda

Epidemia di polmonite, 16 nuovi casi: tre amici ammalati dopo la pesca al laghetto

Sono 16 i nuovi accessi in pronto soccorso di mercoledì 19 settembre, e 12 i ricoverati: in tutto 174 i degenti. Stazionari i casi di legionella

L'onda anomala della polmonite non sembra ancora placarsi. Qualche accesso in meno al pronto soccorso degli ospedali bresciani e mantovani, ma comunque numeri significativi: mercoledì 19 settembre sono stati 16 i nuovi accessi (12 in Ats Brescia, 4 in Ats Valpadana) con 12 nuovi ricoveri (3 di Ats Valpadana). Cala il numero dei pazienti ricoverati in ospedale: erano circa 200, ad oggi sono esattamente 174.

Non sarebbe cambiato nulla anche per quel che riguarda i contagi da legionella, che sarebbero ancora 43. L'ultimo caso accertato: un 30enne residente a Calcinato ma dipendente di un supermercato a Montichiari. Ma appena fuori provincia c'è un altro caso sospetto: una donna di 60 anni di Asola che attualmente è sotto osservazione all'ospedale Poma di Mantova.

Erano quattro i bresciani in gravi condizioni: sono ancora tutti in ospedale, ma in lieve miglioramento. Si tratta di un ragazzo di 29 anni di Roè Volciano, ma originario di Puegnago, e di un 43enne di Remedello ricoverati entrambi a Monza, poi un 57enne di Carpenedolo a Milano e un altro 57enne, ma di Remedello, ricoverato a Pavia.

Un dato significativo e che potrebbe non escludere ulteriori accertamenti: tre amici che circa un paio di settimane fa erano a pescare insieme in un laghetto artificiale di Acquafredda, scrive Bresciaoggi, si sono tutti ammalati di polmonite. Sul caso sono ancora in corso accertamenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Epidemia di polmonite, 16 nuovi casi: tre amici ammalati dopo la pesca al laghetto

BresciaToday è in caricamento