menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Paga la gita al suo studente, in cambio chiede sesso orale: nei guai preside bresciano

Prosegue il processo nei confronti di Alessandro Bianchi, ex preside di un istituto bresciano accusato di aver abusato di un suo studente

Preside bresciano a processo per abusi su minori: avrebbe approfittato di un suo studente per più di un anno. Come scrive Bresciaoggi, Alessandro Bianchi – ex dirigente di un istituto professionale della nostra provincia – martedì è stato ascoltato dal giudice in Tribunale a Brescia. La prossima udienza è fissata per il 19 settembre.

L'uomo è accusato di aver costretto un suo studente a farsi baciare e palpeggiare, più e più volte (anche due alla settimana, secondo la testimonianza del ragazzo) tra il 2013 e il 2014. Nella primavera di quell'anno avrebbe addirittura pagato l'iscrizione del giovane a una gita scolastica, 130 euro, chiedendo però in cambio un rapporto sessuale orale.

Tutte le circostanze sono state smentite da Bianchi, che in aula rigetta ogni accusa ribadendo la sua totale innocenza. Per quanto riguarda la gita, l'ex preside fa sapere che quei soldi erano stati raccolti a scuola per beneficenza, e poi utilizzati per pagare il viaggio a chi non poteva permetterselo. Il processo fa parte di una più ampia inchiesta sulla prostituzione minorile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento